Vai allo Shop online   

Posizione corrente:

Ti trovi in:Home > Cardioprotezione > Coppa Toscana: trionfa la Mattagnanese, sponsorizzata da EMD112

Coppa Toscana: trionfa la Mattagnanese, sponsorizzata da EMD112

Mediagallery

La Coppa Toscana è un trofeo regionale di calcio a 5 che viene disputato ogni anno. In campo maschile, interessa le serie C1, C2 e la serie D. Mentre per il settore femminile vengono iscritte d’ufficio alla competizione tutte le squadre di Serie C presenti nell’organico.

Per quanto riguarda la serie C1 maschile, dove gioca la Mattagnanese, sponsorizzata da EMD112, gli ottavi e i quarti di finale sono stati ad eliminazione diretta e si sono giocati in un turno unico in casa della squadra meglio classificata al termine del girone di andata.

Anche la semifinale e la finale erano ad eliminazione diretta, però in campo neutro. Difatti, il 5 gennaio 2018 si è disputata la finale fra Lastrignana e Mattagnanese al Pala “Kobilica” di Prato. Era una delle sfide più attese, perché, fin dal mercato estivo, le due squadre erano state inserite davanti a tutte le altre nei pronostici.

La Lastrignana aveva già vinto 6 anni questo trofeo, mentre per i mugellani della Mattagnanese si è trattato del primo storico successo in Coppa Toscana. I mugellani, infatti, hanno battuto per 5 gol a 2 la squadra allenata da Toria, disputando una finale praticamente perfetta. Grazie a questa vittoria, la Mattagnanese volerà alla fase nazionale, sfidando la vincente della Coppa Friuli.

I dati dell’incontro

LASTRIGIANA–MATTAGNANESE 2–5 (0–3)
Lastrigiana: Morozzi, Bloisi, Mannazzu, Remorini, Migliacci, Poggiini, Gocaj, Panariello, Di Lauro, Balestri, Risaliti, Pelagatti. Allenatore: Toria.
Mattagnanese: Fredducci, Cianferoni, Corsi, Naldi, Bearzi, Giordani, Mei, Dallai, Secchioni, Righeschi, Mucaj, Monchetti. Allenatore: Del Re – Bearzi.
Arbitri: Fantoni di Carrara e Scifo di Firenze
Reti: 7’pt Righeschi, 18’pt Secchioni, 32’pt Mei; 7’st Poggini, 12’st Righeschi su rigore. 19’st Panariello, 32’st Mucaj.
Note: Espulsi: Di Lauro al 29’pt, Toria al 32’pt, Migliacci al 12’st, Mucaj al 32’st; Ammoniti: Mucaj, Gocaj.

La partita

Primo tempo: Mattagnanese che parte con Fredducci tra i pali, Giordani, Righeschi, Secchioni e Corsi. La Lastrigiana è invece in campo con Morozzi in porta, Di Lauro, Balestri, Pelagatti e Poggini.
Avvio di partita a ritmo non elevatissimo, con la Mattagnanese che ci prova con un paio di iniziative di Righeschi, ma l’occasione migliore è per Pelagatti che costringe Fredducci alla parata con un bel rasoterra da fuori. Al 7′ però colpiscono i mugellani, con, nemmeno a dirlo, Righeschi. Fallo laterale battuto con precisione chirurgica da Corsi, che pesca il bomber rossoverde tutto solo a centro area. Per l’ex Pistoia è un gioco da ragazzi battere Morozzi. Al 9′ ancora Mattagnanese pericolosa, con uno schema su punizione con tiro di Secchioni deviato fuori. Lo stesso Secchioni impegna Morozzi con un bel tiro da fuori area. A metà del primo tempo la Mattagnanese mette in campo quattro quote contemporaneamente, Dallai, Mucaj, Mei e Corsi. Il dominio dei mugellani si concretizza al 18′ con la rete del 2–0 realizzata da Secchioni dopo una splendida combinazione con Righeschi. Toria chiama il time-out e la Lastrigiana si sveglia con Panariello, su cui Fredducci compie un’autentica prodezza. I biancorossi cercano di alzare il proprio baricentro, ma prestano il fianco al contropiede avversario e al 26′ serve due volte un super Morozzi a negare il 3–0 a Righeschi. Sul cambio di fronte ghiotta chance per i ragazzi di Toria, con Remorini che coglie il palo da posizione defilata. Pochi secondi dopo occasionissima per Bloisi, imbeccato da Pelagatti, che si mangia un gol quasi fatto non riuscendo a centrare nemmeno la porta. La svolta decisiva al 29′ del primo tempo, quando Di Lauro viene espulso per proteste. Sulla superiorità successiva, Mei infila il 3–0. E immediatamente dopo viene allontanato anche Maurizio Toria, con il direttore di gara che ha probabilmente frainteso un gesto di stizza indirizzato dal tecnico ad un proprio giocatore.

Secondo tempo: Mattagnanese che riparte con Fredducci, Giordani, Mucaj, Secchioni e Righeschi. Lastrigiana con Morozzi, Gocaj, Migliacci, Balestri e Poggini. Al 2′ subito pericoloso Gocaj, la cui punizione è salvata sulla linea da Mucaj. Sul successivo corner Fredducci dice di no a Balestri. Al 7′ la riapre Poggini, che trasforma un calcio di punizione assegnato per infrazione di secondi da parte del portiere avversario. Bearzi corre ai ripari, chiamando time-out per dare una sveglia ai suoi ragazzi, rientrati in campo con atteggiamento sbagliato. Appena riprende il gioco, però, ancora occasione per Poggini, che calcia fuori da buonissima posizione. Al 12′ altro colpo di scena. Migliacci salva miracolosamente su Mucaj in scivolata, il pallone gli carambola sulla mano e per il direttore di gara è rigore ed espulsione. Dal dischetto Righeschi realizza il 4–1. Dopo due minuti Mei avrebbe la palla per chiudere il match, ma dopo aver saltato il portiere spedisce il pallone sull’esterno della rete. Al 15′ Fredducci dice di no a Panariello con un riflesso prodigioso. La Lastrigiana però è dura da piegare e al 19′ la riapre con Panariello, servito alla perfezione da Pelagatti. Al 21′ Righeschi potrebbe realizzare nuovamente il +3, ma da un passo il bomber valdarnese manda incredibilmente a lato a portiere ormai battuto. Al 22′ occasione per Mucaj, ma Morozzi gli nega la gioia del gol. Toria si gioca la carta di Mannazzu portiere di movimento, ma nel finale lo stesso Mucaj, su lancio perfetto di Fredducci, infila il definitivo 5–2.

“Sono felice che questi ragazzi abbiano vinto un trofeo così importante” – ha dichiarato Simone Madiai, CEO EMD112.

Poi ha spiegato: “Abbiamo deciso di sponsorizzare la Mattagnanese per sensibilizzare il mondo del calcio in materia di cardio-protezione. Troppe persone, purtroppo, ignorano ancora che nel nostro Paese sono circa 70.000 all’anno le vittime dell’arresto cardiaco.”

“Basterebbe avere un defibrillatore DAE a portata di mano, facile da utilizzare come il nostro, il samaritan® PAD della HeartSine, per poter salvare centinaia di vite ogni mese” – ha poi concluso.

Allegati

    Condividi: