Configura il tuo DAE Shop online

Posizione corrente:

Ti trovi in:Home > Testimonianze > In Scozia donna salvata grazie ad un Defibrillatore Pubblico samaritan

In Scozia donna salvata grazie ad un Defibrillatore Pubblico samaritan

Mediagallery

È il 21 luglio 2015 quando Doreen Scott, Crail (Scozia), è stata colta da arresto cardiaco improvviso nella sua abitazione, ma, grazie a un defibrillatore pubblico HeartSine® situato vicino a casa sua, è stata salvata.

Doreen cadde a terra in casa, senza preavviso a causa di un arresto cardiaco improvviso. Vedendola cadere, la figlia chiamò immediatamente i servizi di emergenza ed iniziò la rianimazione cardiopolmonare (RCP), mentre il marito corse a prendere un defibrillatore pubblico HeartSine® situato poco distante.

La famiglia posizionò gli elettrodi del defibrillatore HeartSine® sul petto di Doreen secondo le istruzioni del dispositivo, il quale iniziò a valutare il suo ritmo cardiaco stabilendo che si trattava di un ritmo defibrillabile e indicando che era necessario uno shock. Dopo l’erogazione della scarica elettrica, il cuore di Doreen cominciò a battere normalmente.

Grazie agli sforzi della famiglia di Scott, ad una corretta RCP e all’utilizzo tempestivo del defibrillatore samaritan® PAD della HeartSine® Doreen è viva e vegeta.

A seguito dell’incidente, Scott ha usufruito del programma “HeartSine’s Forward Hearts”. La HeartSine® per celebrare l’evento salvavita, regala un defibrillatore DAE semiautomatico esterno al sopravvissuto che potrà scegliere di donarlo in beneficenza o a un’organizzazione a sua scelta.

Scott ha donato il suo defibrillatore alla comunità di Crail, dove sarà ubicato al club Crail Bowling e accessibile a tutti i cittadini di Crail.

Il defibrillatore HeartSine® che ha salvato la vita di Doreen e il defibrillatore che le è stato donato sono stati installati da un distribuore HeartSine® East Neuk First Responders.

L’arresto cardiaco improvviso accade spesso senza preavviso e, quando succede, è spesso devastante. Può capitare a chiunque, ovunque e in qualsiasi momento senza distinzione di età, razza o sesso, colpendo i neonati così come gli anziani.

L’arresto cardiaco improvviso colpisce quasi sei milioni di persone all’anno in tutto il mondo. Con un tasso di sopravvivenza di circa il 5%, è responsabile di più morti del cancro al seno, del cancro al polmone e persino dell’HIV/AIDS combinato. In caso di arresto cardiaco, avere a disposizione un defibrillatore pubblico nelle vicinanze, se non in casa o sul luogo di lavoro, fa la differenza tra le vita e la morte.

Allegati

    Condividi: