Configura il tuo DAE Shop online

Posizione corrente:

Ti trovi in:Home > News > Al via il Progetto Trasporti Sicuri con la convenzione siglata tra EMD 118 e ANAV

Al via il Progetto Trasporti Sicuri con la convenzione siglata tra EMD 118 e ANAV

È partito in questi giorni l’ambizioso progetto “Trasporti Sicuri”, frutto del contratto convenzionato siglato il 19 novembre scorso tra EMD 118 – Echoes Medical Division, la divisione medicale di Echoes srl, e ANAV, l’Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori.

 

ANAV-Echoes

 

ANAV ha acconsentito a diventare portavoce di questo progetto e a promuovere la cardio-protezione degli autobus, consapevole delle gravi criticità logistiche esistenti sui mezzi di trasporto, nel caso una persona sia colpita da arresto cardiaco.
Le difficoltà legate al raggiungimento dei soccorsi in tempi utili, soprattutto durante la percorrenza di tratte medie o lunghe, ha spinto l’Associazione ad avviare un’importantecampagna di sensibilizzazione nei confronti dei suoi 600 soci all’utilizzo di dispositivi salvavita semiautomatici sui propri mezzi di trasporto.

Per poter soccorrere una persona colpita da arresto cardiaco e salvarle la vita è, infatti, necessario agire subito. Per questo ANAV ha scelto di sensibilizzare le proprie imprese sull’importanza di dotare i mezzi di trasporto passeggeri con defibrillatori, nonché di formare adeguatamente il personale delle imprese di trasporto su autobus.

Si tratta di un primo passo, ma di grandissima importanza.

L’obiettivo molto ambizioso del progetto resta quello di riuscire a cardio-proteggere tutti gli autobus delle imprese legate ad ANAV, riducendo drasticamente i casi di decesso per arresto cardiaco.

HeartSine® samaritan® PAD 500P

Le statistiche riguardanti i casi di arresto cardiaco parlano chiaro: in Italia in un anno sono più di 70 mila i decessi conseguenza di un arresto cardiaco improvviso, ma il 75% delle persone colpite potrebbero essere salvate intervenendo tempestivamente con un defibrillatore semiautomatico e praticando la rianimazione cardiopolmonare.

Il fattore determinante per scongiurare il decesso resta, quindi, il tempo, che non dovrebbe superare i 5 minuti. E il defibrillatore resta l’unico strumento in grado di salvare un cuore colpito da arresto cardiaco.

I dispostivi DAE, contrariamente a quanto si possa pensare, sono di facile utilizzo e alla portata di tutti. La presenza sui defibrillatori di comandi vocali e visivi in grado di guidare il soccorritore nelle corrette manovre salvavita, inoltre, fornisce un valido aiuto.

Tutti i modelli di defibrillatori samaritan® PAD forniti da Echoes srl, i più piccoli e leggeri DAE presenti sul mercato, sono dotati di simili comandi, fondamentali per il giusto svolgimento del massaggio cardiaco da parte del soccorritore. Il marchio cui Echoes srl si affida è del resto sinonimo di alta qualità e sicurezza. Echeos srl è main partner dei defibrillatori HeartSine, l’azienda europea leader al mondo nella produzione di dispostivi salvavita.

Proprio la garanzia di alta qualità del dispositivo salvavita HeartSine e di sicurezza in caso di utilizzo su una persona colpita da arresto cardiaco sono alla base della recente convenzione siglata tra EMD 118 e ANAV.

Allegati

    Condividi: