Configura il tuo DAE Shop online

Posizione corrente:

Ti trovi in:Home > News > Guida all’acquisto di un defibrillatore semiautomatico esterno

Guida all’acquisto di un defibrillatore semiautomatico esterno

“Il miglior defibrillatore disponibile sul mercato”, “Il defibrillatore più semplice da utilizzare”, “Il DAE più resistente”, “Il dispositivo salva vita più sicuro”: sono molti gli slogan impiegati dalle aziende per vendere il proprio defibrillatore, ma di chi fidarsi? Quali sono le caratteristiche fondamentali che devono indurre a scegliere un defibrillatore piuttosto che un altro? Facciamo un po’ di chiarezza.

L’acquisto di un DAE (Defibrillatore semi-Automatico Esterno), non dovrebbe essere dettato da una scelta affrettata e superficiale. Tale dispositivo, infatti, rappresenta l’unica possibilità di salvezza in caso si venga colpiti da arresto cardiaco.

Solo in Italia, circa 70.000 persone all’anno perdono la vita per Morte Cardiaca Improvvisa (MCI). Ma si può e si deve intervenire.

Sono quattro i cosiddetti anelli della catena della sopravvivenza: allarme immediato, rianimazione cardio-polmonare, defibrillazione precoce, rianimazione cardiaca avanzata.

catena-della-sopravvivenza-defibrillazione-precoce-rianimazione-cardio-polmonare

La tempestiva disponibilità di un defibrillatore nelle immediate vicinanze in cui è accaduto il fatto fa aumentare sensibilmente le possibilità di recupero di un paziente colto da fibrillazione ventricolare, causa più frequente di arresto cardiaco. Grazie alla defibrillazione precoce, infatti, la probabilità di sopravvivenza di una persona colta da malore può salire oltre l’80%.

Ma quali sono i migliori dispositivi presenti sul mercato? Su quali basi è opportuno effettuare un acquisto? Proprio perché si tratta della vita di milioni di persone in tutto il mondo, non si può e non ci si deve accontentare di un prodotto mediocre.

È bene diffidare da frasi del tipo “Il miglior defibrillatore presente sul mercato” perché, di per sé, dicono tutto e niente: “miglior defibrillatore” per quale motivo? Perché è quello più economico? Perché è quello più resistente? È chiaro che per fare una scelta ponderata non è opportuno prendere in considerazione tali messaggi pubblicitari; piuttosto, è molto più saggio analizzare nel dettaglio le schede tecniche di tali dispositivi.

 

Ma quali sono le caratteristiche tecniche da esaminare scrupolosamente?

  • Peso e dimensioni del dispositivo. Possono sembrare caratteristiche trascurabili, ma maneggiare un DAE più piccolo e più leggero facilita sicuramente le manovre di soccorso.

I defibrillatori samaritan® PAD della HeartSine® sono i dispositivi più piccoli e i più leggeri disponibili sul mercato. Pesano solamente 1,1 kg (batteria ed elettrodi inclusi) e le loro dimensioni sono le seguenti: 20 cm x 18,4 cm x 4,8 cm.

 

  • Facilità d’uso. Un defibrillatore semiautomatico esterno con pochi pulsanti e dotato sia di guida vocale che visiva è sicuramente da preferire rispetto ad un dispositivo privo di tali caratteristiche. Nella concitazione del momento, infatti, poter essere supportati da comandi vocali chiari, scanditi ed espressi in tono pacato, oltre a disporre di una guida visiva facilmente comprensibile, rappresenta un notevole vantaggio soprattutto per un soccorritore inesperto.

I defibrillatori samaritan® PAD della HeartSine® sono semplicissimi da utilizzare: è stato calcolato che, in media, un bambino di 8 anni impiega circa 90 secondi per intuirne il loro funzionamento. I defibrillatori HeartSine® infatti, hanno solamente 2 pulsanti (on/off e scarica) e sono dotati sia di guida vocale che di guida visiva. I comandi vocali, per finire, vengono ripetuti finché non vengono eseguiti dal soccorritore.

 

  • Indice di protezione. L’indice di protezione IP, o International Protection, è una convenzione definita da Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI) usata per individuare il grado di protezione degli involucri di dispositivi elettrici ed elettronici contro la penetrazione di agenti esterni di natura solida e liquida. Dopo il prefisso “IP”, vengono indicate due cifre. La prima rappresenta il grado di protezione contro l’ingresso di oggetti solidi; la seconda cifra, invece, indica il grado di protezione contro l’ingresso di liquidi. Quando si vuole acquistare un defibrillatore, l’indice di protezione è sicuramente una di quelle caratteristiche sulle quali è opportuno prestare molta attenzione. Capita di frequente di dover utilizzare un defibrillatore sotto la pioggia o in un ambiente polveroso e pertanto è fondamentale che venga garantito il corretto funzionamento dell’apparecchio anche il tali circostanze.

I defibrillatori samaritan® PAD della HeartSine® sono gli unici dispositivi disponibili sul mercato ad avere indice di protezione IP56. “IP5x” significa che il DAE ha una protezione contro la polvere tale da non interferire con il funzionamento del dispositivo stesso. “IPx6” significa che il defibrillatore è resiste a forti getti d’acqua provenienti da qualunque direzione ed è in grado di resistere anche dall’acqua di mare.

 

  • Garanzia. Prima di acquistare un defibrillatore, è importante controllarne la durata della garanzia. Più la garanzia è lunga, minori saranno i costi di manutenzione e migliore sarà la qualità del dispositivo stesso.

I defibrillatori samaritan® PAD della HeartSine® sono gli unici dispositivi disponibili sul mercato garantiti ben 10 anni.

 

  • Certificazioni. Anche il numero ed il tipo di certificazioni ottenute da un apparecchio ne rispecchiano la qualità.

I defibrillatori della HeartSine® sono certificati secondo gli standard più aggiornati e rigorosi disponibili nell’industria.

Difatti, sono certificati secondo lo standard militare MIL STD 810F (metodo 514.5+ categoria 4 e 7; metodo 516.5 procedura I); posseggono certificazioni sull’emissione di radiazioni, scariche elettrostatiche e scariche magnetiche come la EN61000-4-3, la EN61000-4-8 e la EN55011; e sono in possesso della certificazione avionica RTCA/DO160F, sezione 21, categoria M. In più, la HeartSine® è una delle 6 compagnie in tutto il mondo ad essere stata approvata dall’FDA (Food and Drugs Administration) che ha criteri molto stringenti per valutare e concedere l’approvazione al marketing dei defibrillatori semiautomatici esterni.

Tutto ciò, assieme all’indice di protezione IP56, fa sì che questi defibrillatori possano essere utilizzati e trasportati anche in una varietà di condizioni estreme.

 

  • Costi di manutenzione. La durata della batteria e degli elettrodi, assieme alla garanzia standard del prodotto, sono le caratteristiche da controllare per poter fare una stima dei costi di manutenzione di un defibrillatore.

Nei defibrillatori samaritan® PAD della HeartSine® batteria ed elettrodi sono inglobati in un unico componente, il cosiddetto “PAD/Pak” . Ogni cartuccia PAD/Pak ha data di scadenza singola (4 anni); in questo modo viene eliminata la necessità d’inventario e di scadenzario di due elementi separati e si riducono i costi di inventario e di manutenzione.

Un PAD/Pak che dura 4 anni, infatti, ha costi di manutenzione inferiori rispetto a quei dispositivi che hanno bisogno di sostituire gli elettrodi ogni 2 anni e la batteria ogni 4 o 5 anni. Inoltre, la lunga durata del Pad-Pak, assieme alla durata della garanzia standard dei defibrillatori DAE samaritan® PAD della HeartSine® permettono di ottenere un notevole ridimensionamento dei costi durante la vita operativa del dispositivo.

In più, in caso di utilizzo del DAE su una vittima di arresto cardiaco, inviando alla casa madre il tracciato clinico registrato dal dispositivo durante l’intervento, è possibile ricevere gratuitamente dalla HeartSine® un consumabile nuovo  identico a quello impiegato durante il soccorso. L’appena citata campagna lanciata dall’azienda di Belfast è denominata “UPLOAD Saver EVO.

 

  • Presenza dell’RCP ADVISOR (o CPR ADVISOR o FEEDBACK RCP). Tra una scarica elettrica e la successiva (perché non sempre, purtroppo, basta uno shock elettrico al cuore per ripristinarne il normale battito cardiaco) è fondamentale tenere ossigenato il cervello del paziente mediante l’esecuzione delle manovre di Rianimazione Cardio-Polmonare (RCP). Effettuare il massaggio cardiaco in maniera corretta non è per niente facile; talvolta non è semplice nemmeno per i medici o per il personale addestrato. L’RCP Advisor è in grado di fornire un feedback diretto sulla qualità delle compressioni effettuate: non solo, quindi, viene scandito il ritmo con il quale sarebbe opportuno effettuare le manovre di rianimazione, ma se ne misura anche l’efficacia. Come è facilmente intuibile, per comprimere in maniera adeguata il torace di un paziente di 50 chilogrammi occorrerà impiegare molta meno forza rispetto ad un paziente che di chili ne pesa 90. Ma dosare tale forza, soprattutto durante un’emergenza, non è per niente facile. Ecco perché tale specifica tecnica dei defibrillatori è una tra le più importanti da tenere in considerazione.

Il defibrillatore semiautomatico esterno samaritan® PAD 500P della HeartSine® è l’unico dispositivo al mondo dotato di RCP Advisor. Attraverso questo algoritmo brevettato, il defibrillatore è in grado di fornire al soccorritore istruzioni visive e vocali in tempo reale sulla qualità delle manovre di rianimazione che sta effettuando. Questa funzione, unica nel suo genere, utilizza il Cardio-Gramma ad Impedenza (ICG) per misurare i cambiamenti dinamici nel torace del paziente sottoposto a massaggio cardiaco.

 

I defibrillatori HeartSine

Riassumendo, la HeartSine è una delle 6 compagnie in tutto il mondo ad aver ottenuto la commercializzazione dei defibrillatori negli Stati Uniti d’America; sono infatti stati approvati dalla Food and Drugs Administration (FDA). Oltre a questo, i defibrillatori della HeartSine® sono gli unici dispositivi al mondo con indice di protezione IP56 e garanzia di ben 10 anni.

Oltre ad essere il più piccolo e il piùheartsine_samaritan_PAD_500P_dae_defibrillatore_semiautomatico_esternoleggero del mercato (pesa solamente 1,1 chilogrammi, batteria inclusa) il defibrillatore semiautomatico esterno HeartSine® samaritan® PAD 500P vanta un altro importantissimo primato: è il primo e unico defibrillatore al mondo dotato di CPR Advisor.

Attraverso un cardiogramma ad impedenza (IGC), infatti, questo algoritmo brevettato è in grado di calcolare i parametri vitali del paziente mentre viene sottoposto a manovre di rianimazione cardio-polmonare; in questo modo il soccorritore verrà guidato ed aiutato nel dosare forza e velocità delle compressioni.

Altre caratteristiche importanti dei defibrillatori samaritan® PAD della HeartSine® sono il basso costo di manutenzione (il più basso sul mercato), la semplicità di utilizzo (guida vocale e visiva), la velocità con cui viene erogata la scarica elettrica (la più alta in commercio), l’affidabilità e la resistenza.

Inoltre, grazie all’onda bifasica esponenziale ottimizzata SCOPE, brevettata dalla HeartSine® i defibrillatori della casa irlandese sono in grado di gestire range di impedenza maggiori rispetto ai dispositivi della concorrenza, offrendo la migliore terapia salvavita con il più basso livello di effetti collaterali per le cellule cardiache.

 

Per concludere, quale defibrillatore scegliere?

A questo punto, dovrebbe essere chiaro a tutti che prima di acquistare un defibrillatore sarebbe auspicabile valutarne scrupolosamente le caratteristiche e le specifiche tecniche: poiché si tratta di dispositivi salva vita, non basta limitarsi ad acquistare il più ECONOMICO; è molto più saggio scegliere il MIGLIORE.

Allegati

    Condividi: