Configura il tuo DAE Shop online

Posizione corrente:

Ti trovi in:Home > News > EMD112 aiuta a cardio-proteggere la gara ciclistica Coppi e Bartali.

EMD118 aiuta a cardio-proteggere la gara ciclistica Coppi e Bartali.

Consegna-DAE-Amici

Bilancio positivo per la partecipazione di EMD112, la Divisione Medicale di Echoes srl, all’ultima tappa della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali – Trofeo Banca Interprovinciale, che si è conclusa ieri, 29 marzo 2015, con un grande successo.

In occasione della gara, EMD112 e il Gruppo Sportivo Emilia, organizzatore della competizione ciclistica, hanno stretto un’importante partnership che ha permesso di incrementare ulteriormente la cardio-protezione dell’ultima tappa della competizione.

Grazie all’accordo, EMD112 ha dato il suo contributo alla cardio-protezione della gara con due azioni significative.

La prima azione è stata la donazione di un defibrillatore HeartSine® PAD al Gruppo Sportivo Emilia, guidato da Adriano Amici. La donazione è avvenuta ieri mattina, 29 marzo 2105, a Pavullo nel Frignano, comune dell’Appennino modenese che ha ospitato la partenza dell’ultima tappa della Coppi e Bartali. Il passaggio del DAE è avvenuto pochi minuti prima della partenza dell’ultima tappa, sul palco sistemato nel centro del comune appenninico, davanti a giornalisti di stampa e tv. Erano presenti Simone Madiai titolare di Echoes srl, Adriano Amici presidente del Gruppo Sportivo Emilia, e il sindaco di Pavullo, Romano Canovi.

DAE-HeartSine-RoccapelagoLa seconda azione di EMD112 ha previsto l’installazione di due postazioni pubbliche contenenti un defibrillatore samaritan® PAD: una è stata sistemata alla partenza dell’ultima tappa della Coppi e Bartali, a Pavullo nel Frignano; l’altra è stata posizionata all’arrivo della tappa stessa, nella frazione di Roccapelago, nel comune di Pievepelago, nell’alto Appennino modenese.
Oltre alle autoambulanze già dotate di defibrillatori presenti in coda ai ciclisti durante il percorso della gara, la partnership tra EMD112 e GS Emilia ha permesso, quindi, di incrementare ulteriormente questa parte della gara ciclistica: sia la partenza sia l’arrivo della tappa sono stati, infatti, presi d’assalto da appassionati e sportivi, e la presenza di un DAE a servizio del pubblico ha garantito una maggiore sicurezza in termini di cardio-protezione.

EMD112 si conferma, quindi, a fianco delle società sportive per cardio-proteggere lo sport, come peraltro imposto anche dal recente Decreto Balduzzi.

EMD112-DavideCassani

Allegati

    Condividi: