Configura il tuo DAE Shop online

Posizione corrente:

Ti trovi in:Home > News > Arresto cardiaco sul posto di lavoro

Arresto cardiaco sul posto di lavoro

Un arresto cardiacolo sorprende sul luogo di lavoro e lo salva l’uso dal defibrillatore.
È quello che è successo ad un uomo diLegnano lo scorso 29 gennaio, finito al pronto soccorso in codice rosso dopo accusato un dolore al torace mentre si trovava a lavoro.
Solo la tempestiva richiesta d’aiuto da parte dei colleghi ha permesso l’intervento immediato del personale medico: l’ambulanza Sos Uboldo e l’automedica dell’ospedale di Varese lo hanno infatti rianimato utilizzando anche ildefibrillatore semiautomatico riportando il ritmo al cuore.

Dopo essere stato stabilizzato è stato condotto al pronto soccorso della Mater Domini di Castellanza dov’era stato allertato il reparto di Cardiologia Emodinamica.
Un esempio di quanto sia sempre più  urgente rendereobbligatori i defibrillatori anche nelle aziende,  oltre che negli  impianti sportivi come già prevede il decreto  ministeriale del 14 aprile 2013.
Il 5% degli arresti cardiaci si verifica sui luoghi di lavoro. Questo significa che oltre 70 lavoratori alla settimana in Italia sono colpiti da arresto cardiaco mentre si trovano sul posto di lavoro.

L’attuale normativa relativa alla Sicurezza sui Luoghi di Lavoro (L.81/08) non prevede la dotazione di defibrillatori semi-automatici da parte delle aziende, ma l’obbligo di formazione del personaleal primo soccorso e la Legge 120 del 2001 confermano l’importanza della presenza sui luoghi di lavoro di personale addestrato e di dispositivi idonei a tutelare al meglio la salute dei lavoratori.
La defibrillazione entro tre minuti può aumentare la possibilità di sopravvivenzadel 7%; avere quindi un defibrillatore a portata di mano diventa un’urgenza prima che una necessità.

Allegati

    Condividi: